3 Maggio 2008

60 ANNI DI COSTIUZIONE: 1948 - 2008

 

“La costituzione è il fondamento della Repubblica. (...) se è manomessa dai partiti verrà a mancare il terreno sodo

sul quale sono fabbricate le nostre istituzioni e le nostre libertà”
(Luigi Struzo)

Perchè è ancora attuale la Costituzione? Che cosa può dire ai giovani d'oggi? Come è possibile cambiarla in positivo? L'Italia vive in un contesto europeo ma allo stesso tempo è interessata ad un processo di valorizzazione dei poteri locali. Come è possibile conciliare questi due percorsi che a prima vista sembrano contraddittori ed alternativi?
In termini molto concreti, malgrado le sue "rughe" dovute ai 60 anni di vita, la Costituzione nel suo profondo, rappresenta l'elemento di unità e fondamento dello Stato. Solo grazie ad essa oggi possiamo costruire una convivenza civile e politica come realtà sociale che ci sfida e ci arricchisce qui ed ora.
Ma non si può negare che vi sia una crisi della nostra epoca in cui prevalgono l'individualismo e il relativismo rispetto ad una visione comunitaria della vita sociale, impossibile da realizzare senza la pazienza della rinuncia ai personalismi e la tenzione all'unità. E' certamente doveroso riflettere su tale aspetti della realtà, esaminare il grado di corrispondenza alle esigenze moderne, ed è un grande priviglegio poterlo fare con un grande storico.

 

Interverrà: Prof. Arrigo Petacco (storico)
Modera: Francesco Carrassi (Direttore del quotidiano "La Nazione")

 

Prof. Arrigo Petacco

 

 

  







 
FacebookTwitterYouTube