07 Ottobre 2011

Tra Dio e Cesare


Auditorium San Nicolò
ore 21 ingresso libero


L’accostamento delle parole “Dio” e “Cesare” evoca l’esortazione evangelica “Date a Cesare quel ch’è di Cesare e a Dio quel ch’è di Dio”. Ma che cos’è Cesare e che cos’è Dio? Dove passa il confine delle rispettive competenze?
Dio è trascendente mentre Cesare partecipa alla realtà naturale delle cose, è parte di tutti i tentativi che fa l’uomo per dare ordine al proprio vivere associato.
E’ corretto parlare ancora della “spartizione” delle competenze o è più corretto parlare di co-presenze? Molti sono i laici cristiani che lavorano e non si sottraggono ai loro doveri politico-sociali. La Chiesa cattolica, in quanto realtà sociale storicizzata e presente in Italia e nel mondo non può che interagire con gli organismi esistenti, li influenza e al tempo stesso ne viene influenzata.
In che modo viene gestita questa bipolarità dalla nuova classe dirigente? Quali sfide offre la gestione della res publica nella consapevolezza della propria tradizione e della propria identità?

 

Dr Marcello Veneziani giornalista
Sen. Paolo Giaretta
Conduce:
Valentina Alazraki giornalista

 

 

Scarica Volantino in PDF

 
FacebookTwitterYouTube